Autoritratti di Carlo Fornara – Mostra a Milano

11-09-2018 18:00 - 29-09-2018 19:00

Nella ricorrenza del primo cinquantenario dalla morte di Carlo Fornara (15 settembre 1918) la Collezione Poscio e la Galleria Maspes intendono onorare la memoria del maestro vigezzino, affermato protagonista dell’avventura divisionista italiana, presentando, a cura di Annie-Paule Quinsac, una scelta selezione di dieci autoritratti.

Dall’11 al 29 settembre nello scrigno intimista della Galleria Maspes in via Manzoni 45 a Milano, ormai collaudata e raffinata vetrina sul più significativo Ottocento che del divisionismo fu culla e alla quale Fornara stesso dovette lancio e affermazione internazionale, l’odierna rassegna costituisce in realtà momento di apertura per un anno che si vorrebbe dedicato al ricordo dell’artista con più eventi e che si concluderà con un’ampia esposizione, sempre curata da Quinsac, a Casa De Rodis in Domodossola, dal 26 maggio al 26 ottobre 2019.

I dieci autoritratti proposti ‒ ne sono noti solo tredici ‒ appartengono per la quasi totalità alla Collezione dell’ing. Sandro Poscio, amico e accanito cultore dell’opera di Fornara, che li avrebbe voluti tutti, non riuscendovi per poco. Ricoprono, emblematicamente, l’intero arco di una vita, da quelli giovanili, i più numerosi, agli ultimi esiti, pochi mesi prima della morte, che l’autore novantenne, con impietosa consapevolezza del degrado senile, lascia alle persone care, quasi a riaffermare la funzione primaria del ritratto quale sfida al tempo e custode degli affetti. In tal senso i dipinti permettono di seguire lo sguardo introspettivo di un uomo che aveva fatto della conoscenza di se stesso una filosofia di vita, tanto da consegnare ai diari intimi, mai interrotti, un’autoanalisi lucida, a volte dura, che va oltre riflessioni o dubbi sulla propria arte.

Del resto, formatosi alla Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini di Santa Maria Maggiore, in cui da secoli si insegnava a “fare ritratto” come provato mezzo di sopravvivenza, Fornara non smise mai di credere nel ritratto quale espressione artistica d’intensa potenzialità.

Dall’11 al 29 settembre; inaugurazione 11 settembre, ore:18
Galleria Maspes, Milano Via Manzoni 45
Telefono :  +39 02 863885 / +39 02 863885
Email:  info@galleriemaspes.com
Chiusura settimanale il lunedì.

Scopri altri eventi simili!

  • L'angolo dell'alchimista - Casa del Profumo, Santa Maria Maggiore - ph. Susy Mezzanotte
    23-03-2019 10:00 - 23-03-2019 18:00

    Sabato 23 e domenica 24 marzo, in occasione della Settimana Nazionale del Profumo, la visita alla Casa del Profumo Feminis-Farina è dedicata in particolar modo alle famiglie: bambini e ragazzi fino a 18 anni potranno visitare gratuitamente il percorso espositivo dedicato alla storia dell'Acqua di Colonia.

    Nell'occasione sarà visitabile un nuovo allestimento per presentare la Guida al Museo dedicata ai piccoli visitatori della Casa del Profumo e realizzata dal Comune di Santa Maria Maggiore in collaborazione con gli alunni delle scuole elementari di Villette.

    All'interno del negozietto al piano terra troverete proposte speciali con i vostri prodotti preferiti.

    Scopri qui la Casa del Profumo Feminis-Farina.

     

  • Il corso di intaglio su legno alla Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini - ph. Maurizio Besana
    23-03-2019 14:00 - 23-03-2019 18:00

    Sabato 2 febbraio parte una nuova edizione del corso di intaglio artistico su legno tenuto da Franco Amodei presso la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini di Santa Maria Maggiore.

    Franco Amodei è uno degli ultimi maestri legnamari di questo lembo di Piemonte: 72 anni, di cui 59 dedicati alla lavorazione del legno, è stato prima falegname sotto padrone e poi artista. Festeggia questi traguardi rinnovando una tradizione che dal 1989 richiama alla Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” di Santa Maria Maggiore allievi e appassionati desiderosi di apprendere l’arte dell’intaglio su legno.
    Un insegnamento appassionato e gratuito, quello di Franco Amodei, che ha da sempre donato la propria competenza e la propria arte alle decine di allievi passati da questa scuola speciale.

    È senza dubbio un’occasione unica, tanto per la qualità dell’insegnamento, quanto per la sede, l’ultima Scuola di Belle Arti in attività dell’intero arco alpino. La Scuola di Belle Arti "Rossetti Valentini" guarda al futuro con rinnovato entusiasmo grazie alla recente formazione del nuovo Cda presieduto da Giacomo Bonzani e alla proficua collaborazione con il Comune di Santa Maria Maggiore.
    In Valle Vigezzo il legno ha avuto un ruolo fondamentale, in ogni periodo. Fino agli anni ’50 del secolo scorso, ad esempio, a salvare dalla fame molte famiglie furono i mestieri legati alla lavorazione del legno, oggi quasi totalmente scomparsi: dal boscaiolo (mestiere che si praticava da aprile a novembre) al commerciante di legname, dal falegname al maestro legnamaro. Quest'ultimo contribuì con la sua arte ad impreziosire chiese e dimore signorili con altari, crocifissi e mobili di straordinaria bellezza.
    Il corso di intaglio rappresenta dunque un’importante occasione di conoscenza e arricchimento culturale, e permette di mantenere viva una tradizione di manualità e creatività, ponte tra passato, presente e futuro.

    Sabato 2 febbraio 2019 si terrà la prima delle dieci lezioni, in programma ogni sabato, fino al 13 aprile, dalle 14.00 alle 18.00. Il costo del corso, materiale compreso, è di € 220.

    I posti disponibili sono limitati, in quanto la precedenza è data, per il completamento quinquennale della formazione, agli allievi iscritti ai corsi degli anni precedenti.

    Per informazioni e prenotazioni: Comune di Santa Maria Maggiore – 0324/95091-94213 la mattina da lunedì a sabato – e-mail: info@comune.santamariamaggiore.vb.it
    Le iscrizioni verranno accolte fino al numero massimo consentito dagli spazi disponibili, valutati dall’organizzazione della Scuola.
    Chi avesse già frequentato il corso per 5 anni non avrà la possibilità di iscriversi.