Mostra del capretto tipico vigezzino

09-04-2017 09:00 - 09-04-2017 17:00

Santa Maria Maggiore inaugura la propria stagione turistica 2017 con una serie di appuntamenti legati alle tradizioni più autentiche e genuine delle Alpi, dedicati a grandi e piccini, che si svolgeranno tra la Domenica delle Palme e Pasquetta.

La mostra del capretto tipico vigezzino – Foto Studio RDS

A partire dalla Mostra del capretto tipico vigezzino, organizzata da 27 anni a Santa Maria Maggiore dal Consorzio Agricoltori ed Allevatori della Valle Vigezzo. Quest’anno in programma domenica 9 aprile, la manifestazione si svolgerà presso l’area del Centro del Fondo e rappresenterà anche un momento fondamentale di incontro tra gli allevatori per valorizzare sempre più quello un settore importantissimo per l’intera valle piemontese. L’allevamento caprino è infatti da sempre una componente fondamentale dell’economia rurale vigezzina e delle relative produzioni, che hanno avuto nella creazione del marchio e del caseificio di valle i momenti più importanti.

Saranno presenti trenta allevatori, parte del Consorzio che tutela l’eccellenza del prodotto e che si fregia del PAT. Il marchio valorizza i “Prodotti Agroalimentari Tradizionali”, riconoscimento regionale a conferma dell’alta qualità del capretto vigezzino, allevato secondo rigidi dettami e dal sapore decisamente più delicato rispetto alla concorrenza più industriale.

La Domenica delle Palme “rurale” inizierà alle ore 9, presso il Centro del Fondo di Santa Maria Maggiore, all’ingresso del capoluogo vigezzino. Sarà il momento di inizio del raduno, con la raccolta dei capi allevati nella valle ossolana.

Alle ore 10 apriranno poi le aree espositive, frequentatissime dai più piccoli per avvicinare e accarezzare i piccoli capretti.

Alle ore 11 inizierà la valutazione dei capi esposti e alle 11.30 si potrà prendere parte alla degustazione e scoprire i tanti prodotti tipici, rigorosamente a km 0, in vendita presso l’area del Centro del Fondo.

La mungitura – Foto Studio RDS

Sarà anche un percorso nel gusto: dai formaggi caprini e ovini ai violini di capra, le cosce salate e stagionate, da consumare come un prosciutto crudo. Una produzione tipicamente autunnale, questa, attraverso un accurato lavoro di stagionatura e arricchimento con pepe, cannella, alloro e rosmarino.

Dalle ore 12 partirà la contrattazione dei capretti, seguita da un gustoso pranzo tipico, alle 12.30, presso l’area coperta del Centro del Fondo a cura dei Gruppi Alpini della Valle Vigezzo.

Dalle 14.30 inizieranno le attività più attese dai bambini, ovvero le dimostrazioni di mungitura e le prove aperte ai più piccoli, bimbi fino a 12 anni, che potranno così cimentarsi in un lavoro strettamente legato a questo lembo di Piemonte alpino.

Scopri altri eventi simili!

  • "Serate di gola" all'Hotel Ristorante MIramonti
    22-04-2017 19:30 - 22-04-2017 23:00

    All'Hotel Ristorante Miramonti sabato 22 aprile primo appuntamento con Serate di Gola 2017: cena gastronomica con golosi prodotti a km zero (bresaola, miele, formaggi di capra, piccoli frutti), con l'intervento di esperti e produttori.

     

  • 21-10-2017 10:00 - 22-10-2017 19:00

    Come ogni anno, a Santa Maria Maggiore il mese di ottobre si rivela il più goloso dell'anno, ma anche il più... pazzerello, grazie a “Fuori di Zucca”, che giunge nel 2017 al suo dodicesimo anno d'età, con un programma ricco, sempre nuovo, e decisamente “fuori di zucca”.

    "Fuori di zucca" torna sabato 14 e domenica 15 ottobre con proposte inedite e curiose, sempre incorniciate dalla bellezza di un borgo su cui “sventola” la Bandiera Arancione del Touring Club Italianoun weekend ricco di appuntamenti in grado di celebrare, lungo un intero fine settimana, la bontà e la genuinità dell’autunno.

    Chi sceglierà di trascorrere il terzo weekend di ottobre a Santa Maria Maggiore avrà anche l’opportunità di scoprire per la prima volta o riscoprire in una veste totalmente nuova un borgo affascinante, che per l’occasione cambierà look, tra allestimenti scenografici, mostre e vetrine decorate a tema, permettendo a tutti di sentirsi – almeno per qualche ora – un po’ “Fuori di Zucca”.

    Oltre agli eventi a corollario, saranno le degustazioni ad attirare l’attenzione dei più golosi: dolci o salate, tutte a base di zucca. Anche i ristoranti del centro storico proporranno gustosi menu a tema.

    La festa degli orti, celebrati anche grazie ad un mercatino a km 0, permetterà ai visitatori di acquistare prodotti della terra coltivati da piccoli produttori locali. Le zucche, dalle più piccole alle più grandi, saranno invece protagoniste di allestimenti in ogni angolo del borgo: intagliate, trasformate in buffi personaggi, incorniciate da decorazioni uniche... prima della grande svendita finale!

    Per ulteriori informazioni sull’evento e per aggiornamenti tornate su questa pagina oppure seguiteci, cliccando di seguito, su Facebook e Instagram dove potrete pubblicare i vostri scatti con gli hashtag ufficiali #fuoridizucca e #soloasanta.