Presentazione del libro “Il sogno di Alessia”

05-08-2018 17:30 - 05-08-2018 19:00

Domenica 5 agosto alle ore 17.30 arriva a Santa Maria Maggiore il tour del romanzo “Il sogno di Alessia” scritto dal giornalista e scrittore novarese Gianni Dal Bello. In Sala Mandamentale saranno presenti l’autore, il padre di Alessia e lo scrittore vigezzino Benito Mazzi, che introdurrà la serata.

Il libro, già presentato al Salone del Libro di Torino e al Festival della Cultura mediterranea di Imperia, propone l’incredibile vicenda di Alessia Mairati, ragazza sedicenne originaria di Novara che nel 2004 rimase vittima di un incidente aereo. Il suo particolare “sogno” rivive oggi in un libro e in un’associazione creata dal padre Giovanni, che a oggi è presente in quattro continenti.
Il libro è pubblicato dall’editore Leucotea di Sanremo.


Alessia ha fatto un sogno quando si trovava ricoverata in coma. È proprio lui a rivelarlo, dal momento che la ragazza, una volta risvegliata, raccontandolo al padre Giovanni, lo ha concretizzato e reso narrazione. L’io narrante, quindi, è quello del sogno, che decide di manifestarsi attraverso l’unico oggetto inanimato che possa contenere sogni: un libro. Alessia, all’età di 16 anni, vince una borsa di studio per recarsi per un anno in Ecuador. La ragazza scrive mail ai genitori, riferendo della sua nuova vita, e soprattutto del problema dei bambini di strada, delle visite fatte in un orfanotrofio, della povertà e della disuguaglianza. Un giorno, a causa di uno shock anafilattico, entra in coma. Qui nasce il sogno: in una dimensione gialla, Alessia percepisce un senso di benessere, mescola tempi e cose. Per riportarla in Italia viene organizzato un viaggio in aeroambulanza, ma il velivolo urta un altro aereo, s’incendia e con Alessia e la mamma Paola, muoiono altre cinque persone, proprio come profetizzato dal sogno. Per rendersi credibile, il sogno di Alessia, prova a esplorare il complesso rapporto anima-corpo che ci presenta attraversando varie discipline: la Letteratura, la Scienza, La Filosofia, la Religione.
Per tracciare la propria identità, è costretto a cercare tra le sinapsi della ragazza, e trova quanto lei ha studiato e ciò di cui è venuta, magari inconsapevolmente, in contatto. Così eccolo alle prese con i sogni profetici di Giuseppe, di Erode, dei magi, con filosofi come Lucrezio, Platone, Cicerone, Agostino, Schopenhauer; e poi con poeti e letterati quali Omero, Dante, Shakespeare, Montale, Campana.
Aleggiano, nel racconto, senza essere mai citati direttamente, Freud e Jung.
Le grandi domande alle quali il sogno di Alessia cerca di dare risposte, sono: dove finiscono i sogni? Dove finiscono le anime?
Semplice: una volta lette, le storie pervaderanno la nostra mente e sapranno diventare stimoli sensoriali, emotivi… tanto da farci sognare. Ecco, grazie a questo passaggio i sogni diverranno altri sogni e se raccontati saranno storie che diverranno altre storie…
O forse una sola grande storia, che si sta scrivendo da sola.


Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Scopri qui il la Sala Mandamentale e il Centro Culturale Vecchio Municipio.

 

Scopri altri eventi simili!

  • L'angolo dell'alchimista - Casa del Profumo, Santa Maria Maggiore - ph. Susy Mezzanotte
    23-03-2019 10:00 - 23-03-2019 18:00

    Sabato 23 e domenica 24 marzo, in occasione della Settimana Nazionale del Profumo, la visita alla Casa del Profumo Feminis-Farina è dedicata in particolar modo alle famiglie: bambini e ragazzi fino a 18 anni potranno visitare gratuitamente il percorso espositivo dedicato alla storia dell'Acqua di Colonia.

    Nell'occasione sarà visitabile un nuovo allestimento per presentare la Guida al Museo dedicata ai piccoli visitatori della Casa del Profumo e realizzata dal Comune di Santa Maria Maggiore in collaborazione con gli alunni delle scuole elementari di Villette.

    All'interno del negozietto al piano terra troverete proposte speciali con i vostri prodotti preferiti.

    Scopri qui la Casa del Profumo Feminis-Farina.

     

  • Il corso di intaglio su legno alla Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini - ph. Maurizio Besana
    23-03-2019 14:00 - 23-03-2019 18:00

    Sabato 2 febbraio parte una nuova edizione del corso di intaglio artistico su legno tenuto da Franco Amodei presso la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini di Santa Maria Maggiore.

    Franco Amodei è uno degli ultimi maestri legnamari di questo lembo di Piemonte: 72 anni, di cui 59 dedicati alla lavorazione del legno, è stato prima falegname sotto padrone e poi artista. Festeggia questi traguardi rinnovando una tradizione che dal 1989 richiama alla Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” di Santa Maria Maggiore allievi e appassionati desiderosi di apprendere l’arte dell’intaglio su legno.
    Un insegnamento appassionato e gratuito, quello di Franco Amodei, che ha da sempre donato la propria competenza e la propria arte alle decine di allievi passati da questa scuola speciale.

    È senza dubbio un’occasione unica, tanto per la qualità dell’insegnamento, quanto per la sede, l’ultima Scuola di Belle Arti in attività dell’intero arco alpino. La Scuola di Belle Arti "Rossetti Valentini" guarda al futuro con rinnovato entusiasmo grazie alla recente formazione del nuovo Cda presieduto da Giacomo Bonzani e alla proficua collaborazione con il Comune di Santa Maria Maggiore.
    In Valle Vigezzo il legno ha avuto un ruolo fondamentale, in ogni periodo. Fino agli anni ’50 del secolo scorso, ad esempio, a salvare dalla fame molte famiglie furono i mestieri legati alla lavorazione del legno, oggi quasi totalmente scomparsi: dal boscaiolo (mestiere che si praticava da aprile a novembre) al commerciante di legname, dal falegname al maestro legnamaro. Quest'ultimo contribuì con la sua arte ad impreziosire chiese e dimore signorili con altari, crocifissi e mobili di straordinaria bellezza.
    Il corso di intaglio rappresenta dunque un’importante occasione di conoscenza e arricchimento culturale, e permette di mantenere viva una tradizione di manualità e creatività, ponte tra passato, presente e futuro.

    Sabato 2 febbraio 2019 si terrà la prima delle dieci lezioni, in programma ogni sabato, fino al 13 aprile, dalle 14.00 alle 18.00. Il costo del corso, materiale compreso, è di € 220.

    I posti disponibili sono limitati, in quanto la precedenza è data, per il completamento quinquennale della formazione, agli allievi iscritti ai corsi degli anni precedenti.

    Per informazioni e prenotazioni: Comune di Santa Maria Maggiore – 0324/95091-94213 la mattina da lunedì a sabato – e-mail: info@comune.santamariamaggiore.vb.it
    Le iscrizioni verranno accolte fino al numero massimo consentito dagli spazi disponibili, valutati dall’organizzazione della Scuola.
    Chi avesse già frequentato il corso per 5 anni non avrà la possibilità di iscriversi.