Sentieri e Pensieri: Carolina Orlandi

21-08-2018 21:00 - 21-08-2018 22:30

A Santa Maria Maggiore da domenica 19 a sabato 25 agosto 2018 torna per il sesto anno consecutivo Sentieri e Pensieri, il festival letterario sotto la Direzione Artistica di Bruno Gambarotta.  

Anche quest’estate saranno molti gli autori, artisti e protagonisti del panorama culturale italiano che saliranno sul palco in Piazza Risorgimento o presso il Teatro Comunale e che andranno a comporre un ricchissimo calendario di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito. Sostenuta e fortemente voluta per il quinto anno consecutivo dal Comune di Santa Maria Maggiore, la rassegna Sentieri e Pensieri propone incontri con i protagonisti della letteratura, della cultura, dello sport e dello spettacolo, presentazioni di libri e interviste. Per tutta la durata dell’evento sarà inoltre allestito un bookshop in Piazza Risorgimento, gestito dall’Associazione Libriamoci degli editori e dei librai del Verbano Cusio Ossola.

Martedì 21 agosto alle ore 21 la seconda delle molte protagoniste femminili della rassegna: Carolina Orlandi, figlia di David Rossi, il capo comunicazione di Banca Monte dei Paschi di Siena il cui discusso suicidio viene raccontato nel memoir Se tu potessi vedermi ora, dialogherà con la giornalista Cristina Pastore.

Carolina Orlandi ha 25 anni, è nata e cresciuta a Siena, dove si è laureata in Comunicazione, lingue e culture. Negli ultimi due anni ha vissuto a Torino dove si è diplomata nel college di Reporting alla Scuola Holden.

Se tu potessi vedermi ora (Mondadori)
LA STORIA DI DAVID ROSSI RACCONTATA DA CHI GLI ERA ACCANTO
Dopo due puntate di ricostruzione delle “Iene”, i media si stanno di nuovo interessando a questo caso e Carolina Orlandi ne è una testimone informata, pronta a parlare e a combattere per il punto di vista suo e della madre.
La sera del 6 marzo 2013 David Rossi precipitò dalla finestra del suo ufficio, al Monte dei Paschi, a Siena. Rossi era a capo dell’area comunicazione: quindi gestiva milioni di euro in sponsorizzazioni, ed era da anni stretto collaboratore dell’allora presidente della banca Giuseppe Mussari, condannato nel 2014 in primo grado per ostacolo alle autorità di vigilanza e ancora sotto processo.
La sua morte è stata spiegata come un suicidio, ma fin dall’inizio sono emersi aspetti inquietanti nella dinamica della caduta e nei suoi retroscena: contraddizioni, dettagli inspiegabili, reticenze, leggerezze. I media, dopo essersene occupati, se ne sono dimenticati e ora sono tornati a interessarsene. In tutto questo tempo, la ricerca di verità da parte della moglie di Antonella e di sua figlia Carolina non ha conosciuto interruzioni. Con quest’opera colma di partecipazione eppure scritta con gli occhi asciutti di chi è già abituato a lottare, Carolina, oggi venticinquenne, ci consegna una parte finora invisibile di questa storia inquietante: il racconto di David dall’interno, come padre e come marito, delle sue passioni e soprattutto dei fantasmi che lo circondavano nei giorni prima della fine. La ricostruzione minuziosa delle indagini giudiziarie si mescola così ai ricordi più personali, la disamina di ogni particolare fuori posto si fonde con l’elaborazione impossibile di un lutto, il silenzio di una città intera – Siena – diviene il primo incontro di una giovane ragazza con la crudeltà del mondo. Un memoir bruciante, scritto nel nome del padre: il gesto necessario di una figlia per comprenderne le ombre di una storia che per tutti è soltanto cronaca, ma che per lei è la vita stessa.

Foto slide © Marcello Fadda

Sentieri e Pensieri 2018 è realizzato dal Comune di Santa Maria Maggiore, con il patrocinio della Regione Piemonte e con il contributo e la collaborazione de Il Circolo dei lettori di Torino.

           

 

 

Partner organizzativi                                               Mobility Partner


       

 

 

 

Media partner

Scopri altri eventi simili!

  • Centro Culturale Vecchio Municipio - Santa Maria Maggiore
    26-01-2019 10:00 - 26-01-2019 18:00

    Da giovedì 27 dicembre 2018 a domenica 6 gennaio 2019 presso il Centro Culturale Vecchio Municipio sarà visitabile la mostra "Santa Maria e i suoi pittori - ieri e oggi".

    Orari di apertura: dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 18.
    Martedì 1 gennaio la mostra sarà aperta solo nel pomeriggio.

    La mostra sarà poi visitabile, con gli stessi orari, nei fine settimana fino a domenica 10 marzo 2019.

    Scopri qui il Centro Culturale Vecchio Municipio.

  • Il corso di intaglio su legno alla Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini - ph. Maurizio Besana
    02-02-2019 14:00 - 02-02-2019 18:00

    Sabato 2 febbraio parte una nuova edizione del corso di intaglio artistico su legno tenuto da Franco Amodei presso la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini di Santa Maria Maggiore.

    Franco Amodei è uno degli ultimi maestri legnamari di questo lembo di Piemonte: 72 anni, di cui 59 dedicati alla lavorazione del legno, è stato prima falegname sotto padrone e poi artista. Festeggia questi traguardi rinnovando una tradizione che dal 1989 richiama alla Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” di Santa Maria Maggiore allievi e appassionati desiderosi di apprendere l’arte dell’intaglio su legno.
    Un insegnamento appassionato e gratuito, quello di Franco Amodei, che ha da sempre donato la propria competenza e la propria arte alle decine di allievi passati da questa scuola speciale.

    È senza dubbio un’occasione unica, tanto per la qualità dell’insegnamento, quanto per la sede, l’ultima Scuola di Belle Arti in attività dell’intero arco alpino. La Scuola di Belle Arti "Rossetti Valentini" guarda al futuro con rinnovato entusiasmo grazie alla recente formazione del nuovo Cda presieduto da Giacomo Bonzani e alla proficua collaborazione con il Comune di Santa Maria Maggiore.
    In Valle Vigezzo il legno ha avuto un ruolo fondamentale, in ogni periodo. Fino agli anni ’50 del secolo scorso, ad esempio, a salvare dalla fame molte famiglie furono i mestieri legati alla lavorazione del legno, oggi quasi totalmente scomparsi: dal boscaiolo (mestiere che si praticava da aprile a novembre) al commerciante di legname, dal falegname al maestro legnamaro. Quest'ultimo contribuì con la sua arte ad impreziosire chiese e dimore signorili con altari, crocifissi e mobili di straordinaria bellezza.
    Il corso di intaglio rappresenta dunque un’importante occasione di conoscenza e arricchimento culturale, e permette di mantenere viva una tradizione di manualità e creatività, ponte tra passato, presente e futuro.

    Sabato 2 febbraio 2019 si terrà la prima delle dieci lezioni, in programma ogni sabato, fino al 13 aprile, dalle 14.00 alle 18.00. Il costo del corso, materiale compreso, è di € 220.

    I posti disponibili sono limitati, in quanto la precedenza è data, per il completamento quinquennale della formazione, agli allievi iscritti ai corsi degli anni precedenti.

    Per informazioni e prenotazioni: Comune di Santa Maria Maggiore – 0324/95091-94213 la mattina da lunedì a sabato – e-mail: info@comune.santamariamaggiore.vb.it
    Le iscrizioni verranno accolte fino al numero massimo consentito dagli spazi disponibili, valutati dall’organizzazione della Scuola.
    Chi avesse già frequentato il corso per 5 anni non avrà la possibilità di iscriversi.