Sentieri e Pensieri: Giampiero Mughini

25-08-2018 18:00 - 25-08-2018 19:00

A Santa Maria Maggiore da domenica 19 a sabato 25 agosto 2018 torna per il sesto anno consecutivo Sentieri e Pensieri, il festival letterario sotto la Direzione Artistica di Bruno Gambarotta.  

Anche quest’estate saranno molti gli autori, artisti e protagonisti del panorama culturale italiano che saliranno sul palco in Piazza Risorgimento o presso il Teatro Comunale e che andranno a comporre un ricchissimo calendario di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito. Sostenuta e fortemente voluta per il quinto anno consecutivo dal Comune di Santa Maria Maggiore, la rassegna Sentieri e Pensieri propone incontri con i protagonisti della letteratura, della cultura, dello sport e dello spettacolo, presentazioni di libri e interviste. Per tutta la durata dell’evento sarà inoltre allestito un bookshop in Piazza Risorgimento, gestito dall’Associazione Libriamoci degli editori e dei librai del Verbano Cusio Ossola.

Sabato 25 agosto, ultima giornata di Sentieri e Pensieri, alle ore 18 il celebre giornalista Giampiero Mughini presenterà Era di maggio, la sua appassionata analisi del maggio ’68. A dialogarne con l’autore la giornalista Fabiana Giacomotti.

Giampiero Mughini (Catania, 1941), tra le personalità più eclettiche del panorama italiano, è un impareggiabile narratore delle vicende politiche e sociali del nostro Paese (Addio compagni, 1987; Gli anni della peggio gioventù, 2009; Addio gran secolo dei nostri vent’anni, 2012). Tra i fondatori del «Manifesto», ha collaborato con «L’Europeo», «Panorama», «il Giornale» di Montanelli, «Libero», «il Foglio». Dalla fine degli anni ottanta si è distinto come sferzante opinionista sul piccolo schermo, a partire dallo storico salotto del Maurizio Costanzo Show. Collezionista e bibliofilo, ha pubblicato da ultimi La stanza dei libri. Come vivere felici senza Facebook Instagram e followers (2016) e Sempre una gran signora. Lettere d’amore alla Juventus (2017).

Era di maggio (Marsilio)
Cronache di uno psicodramma
A mezzo secolo dalla stagione che sconvolse il mondo, il racconto appassionato di quegli eventi dalla verve polemista di Giampiero Mughini, testimone privilegiato di una rivoluzione che per un mese scaraventò a Parigi la gioventù europea più orgogliosa di se stessa.

Nel maggio 1968, a Parigi, non piovve mai. Era dunque lo scenario più adatto a che si scaraventasse in prima linea la gioventù europea più orgogliosa di se stessa che ci fosse mai stata. Cominciarono i 130 universitari di Parigi, poi i liceali, gli operai, infine lo sciopero generale. Nessuno scenografo di gran classe avrebbe potuto inventarsi un tale show, assieme moderno e romantico, il più fastoso dell’intero Sessantotto. Una gran festa, ma solo quella. Uno psicodramma, dove contava quel che era nella fantasia e nell’immaginazione, e non nella realtà di una società industriale complessa. Durò solo poche settimane, né poteva essere altrimenti. La stravittoria gollista alle elezioni politiche cancellò tutto. Di quel gigantesco psicodramma restò solo la memoria, la nostalgia, la leggenda, talvolta la follia.


Sentieri e Pensieri 2018 è realizzato dal Comune di Santa Maria Maggiore, con il patrocinio della Regione Piemonte e con il contributo e la collaborazione de Il Circolo dei lettori di Torino.

           

 

 

Partner organizzativi                                               Mobility Partner


       

 

 

 

Media partner