Sentieri e Pensieri: Margherita Oggero

23-08-2018 18:00 - 23-08-2018 19:00

A Santa Maria Maggiore da domenica 19 a sabato 25 agosto 2018 torna per il sesto anno consecutivo Sentieri e Pensieri, il festival letterario sotto la Direzione Artistica di Bruno Gambarotta.  

Anche quest’estate saranno molti gli autori, artisti e protagonisti del panorama culturale italiano che saliranno sul palco in Piazza Risorgimento o presso il Teatro Comunale e che andranno a comporre un ricchissimo calendario di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito. Sostenuta e fortemente voluta per il quinto anno consecutivo dal Comune di Santa Maria Maggiore, la rassegna Sentieri e Pensieri propone incontri con i protagonisti della letteratura, della cultura, dello sport e dello spettacolo, presentazioni di libri e interviste. Per tutta la durata dell’evento sarà inoltre allestito un bookshop in Piazza Risorgimento, gestito dall’Associazione Libriamoci degli editori e dei librai del Verbano Cusio Ossola.

Giovedì 23 agosto alle ore 18 ancora una grande protagonista femminile, Margherita Oggero, che insieme al Direttore Artistico di Sentieri e Pensieri Bruno Gambarotta racconterà Non fa niente, il suo ultimo libro edito da Einaudi.

Margherita Oggero è nata e vive a Torino. Nel 2002 ha esordito nella narrativa con il romanzo La collega tatuata, edito da Mondadori, da cui è stato tratto il film Se devo essere sincera (regia di Davide Ferrario, con Luciana Littizzetto e Neri Marcorè). Tra le altre opere ricordiamo i romanzi Una piccola bestia ferita (2003), L’amica americana (2005), Qualcosa da tenere per sé (2007), L’ora di pietra (2011), Un colpo all’altezza del cuore (2012), La ragazza di fronte (2015, Premio Bancarella 2016) e i racconti Il rosso attira lo sguardo (2008), tutti editi da Mondadori. Con Einaudi ha pubblicato nel 2006 Così parlò il nano da giardino e nel 2009 Il Compito di un gatto di strada. Per la Rai ha scritto i soggetti della fortunata serie Provaci ancora prof, ispirata ai suoi libri, con Veronica Pivetti come attrice protagonista.

Non fa niente (Einaudi)
«Può esistere un amore di madre che non contempli l’esclusiva? La natura ha davvero leggi così rigide da non ammettere eccezioni?»
Esther e Rosanna stipulano un patto, per qualcuno forse scandaloso, inaccettabile. Un patto che cambia per sempre
le loro vite.
Nel 1933, in uno dei momenti più cupi per l’Europa, Esther ha dovuto lasciare Berlino, il suo innamorato, la sua libertà, ogni promessa di futuro. Ora è una giovane donna colta, dall’intelligenza tormentata, la cui eleganza sconcerta l’arcigna suocera piemontese. Rosanna invece è cresciuta in mezzo alle risaie, non ha potuto studiare e la sua bellezza le ha giocato un brutto tiro trasformandola in fretta in una creatura determinata e sensuale, ansiosa di cambiare la sua esistenza.
Cos’abbiano in comune due donne così, non ci vorrà molto a scoprirlo. Sono vive nonostante tutto, profondamente capaci di amare e d’insegnarsi qualcosa l’un l’altra.
Un giorno Esther domanda a Rosanna di aiutarla ad avere un figlio, «come nella Bibbia fece Agar per Abramo e Sara».
Il loro universo non esclude affatto gli uomini. Esther è legata al marito Riccardo da una complicità generosa e Rosanna ama Nicola con un’irruenza passionale, che trova negli assolo e nelle improvvisazioni jazz la sua colonna sonora.
Intanto il mondo va avanti e le interroga senza risparmiarle: dalla guerra alla Torino postbellica che si avvia alla ricostruzione, passando per Bartali e Togliatti, gli anni delle rivolte studentesche e il terrorismo, fino alla caduta del muro di Berlino. I giorni si riempiono di cose da fare, giacche di pannofix, segreti condivisi, paure, entusiasmi, scommesse, Fiat 1100 che arrancano su autostrade pericolose appena costruite.
È la vita che corre, la vita di due amiche che non saranno mai più sole.


Sentieri e Pensieri 2018 è realizzato dal Comune di Santa Maria Maggiore, con il patrocinio della Regione Piemonte e con il contributo e la collaborazione de Il Circolo dei lettori di Torino.

           

 

 

Partner organizzativi                                               Mobility Partner


       

 

 

 

Media partner

Scopri altri eventi simili!

  • Casa Simonis in piazza Risorgimento a Santa Maria Maggiore
    27-10-2018 11:00 - 27-10-2018 18:00

    Durante i mesi di settembre e ottobre, il sabato e su prenotazione, sarà possibile effettuare la visita guidata della Torre del XIV secolo della famiglia Simonis.

    L'antica torre di Santa Maria, considerata misteriosa da uno studioso come il sacerdote Arioli e, erroneamente, di segnalazione da altri, svela finalmente la sua funzione originaria. Nella visita guidata vi verrà raccontata la storia affascinante di una costruzione di oltre sette secoli che, insieme al grande recinto murato e a una seconda torre più piccola, rappresenta il monumento più importante della valle Vigezzo.
    All'interno, in 141 tavole grafiche, sono esposti i rilievi di antiche splendide case della valle, dall'alto medioevo ad oggi; si ricostruiscono i criteri con cui fu organizzato il territorio nella forma della dimora specifica del luogo; si individuano le tecniche costruttive; se ne rappresentano alcuni aspetti formali. Uno studio del passato, non limitato all'assemblaggio di documenti scritti, ma esteso all'analisi di modalità e forme dell'organizzazione della vita quotidiana delle persone, che si propone di restituire alle future generazioni la conoscenza della qualità di una tradizione locale a loro sottratta dalla sconsiderata corsa alla globalizzazione dagli anni '50 del secolo scorso ad oggi.

    La Torre di Casa Simonis è visitabile in due turni, alle ore 11 alle ore 17, per gruppi di massimo 25 persone; ai fini organizzativi è necessario prenotare almeno un giorno prima.

    Info e prenotazioni: 0039 347 0850177 - glaz@quipo.it

    Ingresso adulti € 5, bambini € 3.

     

  • La poesia architettonica di piazza Gennari a Santa Maria Maggiore (VB)
    27-10-2018 11:10 - 27-10-2018 13:00

    Visite guidate di Santa Maria Maggiore e delle sue frazioni, nei weekend dal 13 ottobre al 4 novembre, in occasione del Treno del Foliage della Ferrovia Vigezzina-Centovalli.

    Programma:

    • Ore 11.10 – in concomitanza con l’arrivo dei treni in partenza da Domodossola alle ore 10.25 e da Locarno alle ore 10.02 – incontro con la guida alla stazione della Ferrovia Vigezzina-Centovalli.
    • Introduzione geografica della Valle Vigezzo e delle sue peculiarità naturalistiche.
    • Visita guidata al piccolo borgo di Crana, frazione contadina, dedicata all’architettura vigezzina e alle coltivazioni tipiche montane.
    • A seguire visita guidata al centro storico di Santa Maria Maggiore, con le sue ville signorili. Approfondimenti sulla storia degli spazzacamini e dei pittori che hanno caratterizzato e reso nota la Valle Vigezzo.
    • Ore 13 conclusione della visita.

    Date di svolgimento:

    13 e 14 ottobre, 20 e 21 ottobre (appuntamento speciale legato al mondo agricolo in occasione di Fuori di zucca), 27 e 28 ottobre, 3 e 4 novembre.

    Costi: adulti € 8; bambini € 6; famiglie € 20

    Prenotazione obbligatoria, entro le ore 18 del giorno precedente ad Arianna Bertoni al +39 347 9103100