fbpx

Calendario eventi

< 2020 >
Luglio 22 - Luglio 25
  • 22
    22.Iuglio.Mercoledì

    Rassegna stampa in filodiffusione

    11:00 -11:30
    22-07-2020

    Per tutta l’estate, dall’8 luglio al 26 agosto, ogni mercoledì alle ore 11 Luigi Spadone condurrà la rassegna stampa settimanale che verrà trasmessa in filodiffusione per le vie del centro storico.

    La mattinata del mercoledì sarà quindi dedicata agli approfondimenti giornalistici con l’apprezzato protagonista, durante i mesi di lockdown, di Positivi alla rassegna stampa, appuntamento quotidiano pubblicato in streaming sulla fanpage Facebook ufficiale di Santa Maria Maggiore.

    Covidless Approach & Trust
    L’appuntamento è inserito in IncoronAzioni – Azioni culturali contro il virus, la novità assoluta dell’estate 2020. Si tratta di eventi nati e pensati in chiave Covidless, realizzati per le vie del borgo nell’ottica dello scorrimento e della fluidità, con palcoscenici speciali (un cortile privato, un balcone, un portico) di fronte al quale il pubblico potrà soffermarsi per il tempo che vorrà, senza sedute, per evitare assembramenti, con una fruibilità scorrevole e sicura.

    Santa Maria Maggiore è un Comune Covidless – Covidless Approach & Trust

     

    La pineta a Santa Maria Maggiore

    Yoga in camminata con Zaira B.

    18:00 -19:00
    22-07-2020

    Tre mercoledì, dal 15 al 29 luglio, alle ore 18 il Comune di Santa Maria Maggiore propone lo yoga in camminata, per rilassanti momenti di riflessione e benessere con Zaira B. di Krishna Yoga Studio.

    Lo yoga in camminata è una meditazione attiva, il focus è il gesto di camminare diventando consapevoli del movimento e dell’appoggio del proprio corpo. Zaira B. è insegnante di yoga e naturapata di Krishna Yoga Studio.

    Max 10 persone. Prenotazione obbligatoria presso la Pro loco (tel. 0324/94565) entro la mattina stessa dell’appuntamento.
    Covidless Approach & TrustL’incontro è in Piazza Mercato vicino alla statua del pittore

    In caso di necessità, si potrà formare un secondo gruppo alle ore 19.15.

     

    Santa Maria Maggiore è un Comune Covidless – Covidless Approach & Trust

     

  • 23
    23.Iuglio.Giovedi
    Nessun evento
  • 24
    24.Iuglio.Venerdì
    Santa Maria Maggiore, Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini - ph. Massimo Bertina

    Presentazione di un quadro della Scuola di Belle Arti

    11:00 -12:00
    24-07-2020

    Venerdì 24 luglio alle ore 11 nel cortile della Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini Irene Mozzanino presenterà un quadro della pinacoteca della Scuola.

    La Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” rimarrà chiusa per la stagione 2020: nonostante questo, il Comune di Santa Maria Maggiore ha deciso di ospitare alcuni piccoli eventi presso la struttura dell’unica scuola di belle arti ancora attiva sull’arco alpino.
    Il cortile della scuola, in Via Rossetti Valentini, accoglierà in ogni appuntamento un diverso quadro della ricca collezione della pinacoteca vigezzina. Irene Mozzanino ne illustrerà peculiarità e curiosità, per scoprire la grande bellezza di questo piccolo scrigno di tesori artistici.

    Scopri la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini.

    Covidless Approach & Trust
    L’appuntamento è inserito in IncoronAzioni – Azioni culturali contro il virus, la novità assoluta dell’estate 2020. Si tratta di eventi nati e pensati in chiave Covidless, realizzati per le vie del borgo nell’ottica dello scorrimento e della fluidità, con palcoscenici speciali (un cortile privato, un balcone, un portico) di fronte al quale il pubblico potrà soffermarsi per il tempo che vorrà, senza sedute, per evitare assembramenti, con una fruibilità scorrevole e sicura.

    Santa Maria Maggiore è un Comune Covidless – Covidless Approach & Trust

     

    Santa Maria Maggiore: Giovanni Battista Ciolina. «Una ricerca coscienziosa del vero» - G. B. Ciolina, Ritratto della moglie nel giardino della casa di Toceno, inchiostro seppia su cartolina postale, 1908, , Fondazione Ciolina, Milano - ph. Andrea Pavan

    Inaugurazione della mostra "Giovanni Battista Ciolina. «Una ricerca coscienziosa del vero»"

    18:00 -19:00
    24-07-2020

    A Santa Maria Maggiore anche quest’estate l’arte sarà protagonista: venerdì 24 luglio alle ore 18.00 nel portico della Chiesa di Santa Maria Assunta è in programma l’inaugurazione della mostra Giovanni Battista Ciolina. «Una ricerca coscienziosa del vero», con  la proiezione delle opere esposte e il commento del curatore Paolo Volorio. La mostra, che rende onore all’opera grafica dell’allievo della Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini, sarà ospitata presso il Centro Culturale Vecchio Municipio dal 24 luglio al 18 ottobre.

    Dopo l’iinaugurazione il pubblico potrà visitare l’esposizione presso il Centro Culturale Vecchio Municipio.

    Santa Maria Maggiore: Giovanni Battista Ciolina. «Una ricerca coscienziosa del vero» - G. B. Ciolina, La Catrelo fa la calza, acquerello su carta, 1900 circa, , Fondazione Ciolina, Milano - ph. Andrea Pavan

    G. B. Ciolina, La Catrelo fa la calza – Fondazione Ciolina, Milano – ph. Andrea Pavan

    La mostra, proposta in occasione del centocinquantesimo della nascita dell’artista, porta all’attenzione del pubblico una ampia selezione di opere grafiche del grande maestro vigezzino Giovanni Battista Ciolina (1870-1955), realizzate nel corso della sua lunga vita, ponendo particolare attenzione al quinquennio di formazione presso la Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” sotto la direzione di Carlo Giuseppe Cavalli e l’alunnato del figlio Enrico. Il nucleo di opere risalenti a questo periodo, particolarmente significative anche per una più precisa messa a fuoco del metodo didattico dei due Cavalli, sono messe a confronto sia con le opere di alcuni dei compagni di Ciolina, Carlo Fornara e Maurizio Borgnis in particolare, sia con i modelli grafici e in gesso che costituivano la dotazione di riferimento della scuola.

    A questo primo gruppo di lavori segue invece una selezione di opere dedicate soprattutto al ritratto, che Ciolina sviluppò prevalentemente in ambito privato, ed al complesso rapporto che in genere i pittori della scuola dei Cavalli ed in particolare Ciolina ebbero con la fotografia quale strumento propedeutico al ritratto pittorico. Presentando inoltre documenti, sia fotografici che grafici a confronto, la mostra fornisce interessanti indizi per ricostruire lo stretto legame umano che intercorreva tra Ciolina, Fornara e Lorenzo Peretti Junior, e contemporanemente il diverso approccio da essi sviluppato nell’ambito del ritratto.

    Fra i maestri della scuola, Ciolina fu inoltre l’unico a dedicarsi sia alla incisione, di cui la mostra offre alcuni esempi, che alla tradizione dell’affresco, di cui l’esposizione propone alcuni esemplari di spolvero che non solo rivelano la maestria dell’artista in questo ambito, ma anche lo stretto rapporto che egli ebbe con i grandi pittori del passato, in particolare appartenenti alla scuola veneziana, quali Tiepolo e Piazzetta.
    Le opere esposte, provenienti da raccolte private e dal fondo museale della Scuola di Belle Arti di Santa Maria Maggiore, sono integrate da una attenta e circostanziata selezione di opere pittoriche con la finalità di illustrare come in particolare per il ritratto – che in Ciolina si fonde al paesaggio – sia strutturalmente legato all’impiego della riproduzione fotografica, direttamente praticata dai maestri vigezzini fin dagli ultimi anni Novanta dell’Ottocento.

    La mostra offre al pubblico oltre ottanta opere, a cui si aggiungono significativi esempi della dotazione didattica della scuola. Vengono offerte al pubblico nuove acquisizioni ed inediti di grande interesse, fornendo un ulteriore, prezioso tassello alla ricostruzione della storia della pittura vigezzina.

    Mostra e catalogo sono curati da Paolo Volorio e Aldo Banchini. L’organizzazione è a cura del Comune di Santa Maria Maggiore, in collaborazione con la Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” e la Fondazione Ciolina. Il catalogo della mostra è realizzato in sinergia con il Centro Documentazione Alpina “Terre Alte – Oscellana”.

    La mostra allestita nelle sale del Centro Culturale Vecchio Municipio sarà visitabile in totale sicurezza, con la garanzia del rispetto di tutte le norme di sicurezza e sarà aperta secondo i seguenti orari:

    Covidless Approach & Trust25 luglio – 30 agosto, tutti i giorni
    10.00 – 12.00 / 16.30 – 18.30

    5 settembre – 18 ottobre: sabato e domenica
    10.00 – 12.00 / 16.30 – 18.30

    Ingresso € 2,00

    Santa Maria Maggiore è un Comune Covidless – Covidless Approach & Trust

     

    Musica da bere "pop" - Fabrizio Spadea Trio

    21:00 -23:00
    24-07-2020

    L’estate 2020 a Santa Maria Maggiore vede il ritorno della rassegna di musiche “diverse” con la nuova denominazione Musica da bere “pop”. Il secondo appuntamento è in calendario, venerdi 24 luglio alle ore 21 con Fabrizio Spadea Trio. A causa del meteo avverso il concerto avrà luogo al Teatro Comunale.

    Sotto la direzione artistica del Maestro Roberto Bassa, la rassegna musicale si colloca a fianco del festival parallelo (e quasi omonimo) dedicato alla musica classica, che da diciotto anni appassiona con i suoi concerti pomeridiani turisti, villeggianti e cittadini di Santa Maria Maggiore.

    Un progetto che nasce nel 2016 e che si ispira al “Latin Jazz”, uno stile musicale dove melodia e armonia spesso ritrovano i canoni dei brani tradizionali del jazz standard e dove invece i ritmi risentono delle contaminazioni tipiche della musica Latin: Salsa, Bolero, Tango, Bossa….
    Il timbro generale della band è influenzato anche da alcune atmosfere tipiche della musica pop, grazie ai suoni utilizzati. Ampio spazio é dato all’improvvisazione, che avviene attraverso il linguaggio classico della musica jazz.
    La combinazione di questi elementi dà origine a performance facilmente fruibili da un pubblico anche non esperto, proprio per la particolarità dello spazio lasciato agli elementi percussivi e, al tempo stesso, a concerti che possono appagare un pubblico più esperto grazie agli spazi di improvvisazione riservati ai solisti.

    Covidless Approach & Trust

    Il concerto è ad ingresso gratuito, sino ad esaurimento posti disponibili secondo la normativa anti Covid.

    Santa Maria Maggiore è un Comune Covidless – Covidless Approach & Trust

     

  • 25
    25.Iuglio.Sabato
    Centro Olistico L'antico melo dell'Ottocento - Santa Maria Maggiore

    Stretching dei Meridiani al Centro Olistico L'Antico Melo dell'Ottocento

    09:00 -10:00
    25-07-2020

    Presso il Centro Olistico “L’antico melo dell’Ottocento” il mercoledì dalle ore 18.00 alle ore 19.00 e il sabato dalle ore 9.00 alle ore 10.00 potrete partecipare all’attività di stretching dei meridiani.

    Nozioni di medicina tradizionale cinese sull’energia dei “meridiani” saranno abbinati ad esercizi di stiramento degli stessi con rilassamento finale.

    Nelle giornate di sole l’attività verrà svolta nel giardino interno del Centro Olistico, ai piedi dell’antico melo dell’Ottocento.
    Centro Olistico l’Antico Melo dell’Ottocento.

    La prenotazione è obbligatoria.

    PER INFO E PRENOTAZIONI:
    Paola 3478842599 – Via Rossetti Valentini 12 – Santa Maria Maggiore

    Santa Maria Maggiore: Giovanni Battista Ciolina. «Una ricerca coscienziosa del vero» - G. B. Ciolina, Ritratto della moglie nel giardino della casa di Toceno, inchiostro seppia su cartolina postale, 1908, , Fondazione Ciolina, Milano - ph. Andrea Pavan

    Mostra "Giovanni Battista Ciolina. «Una ricerca coscienziosa del vero»"

    10:00 -18:30
    25-07-2020

    A Santa Maria Maggiore anche quest’estate l’arte sarà protagonista: il Centro Culturale Vecchio Municipio ospiterà dal 24 luglio al 18 ottobre la mostra Giovanni Battista Ciolina. «Una ricerca coscienziosa del vero», che rende onore all’opera grafica dell’allievo della Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini.

    Santa Maria Maggiore: Giovanni Battista Ciolina. «Una ricerca coscienziosa del vero» - G. B. Ciolina, La Catrelo fa la calza, acquerello su carta, 1900 circa, , Fondazione Ciolina, Milano - ph. Andrea Pavan

    G. B. Ciolina, La Catrelo fa la calza – Fondazione Ciolina, Milano – ph. Andrea Pavan

    La mostra, proposta in occasione del centocinquantesimo della nascita dell’artista, porta all’attenzione del pubblico una ampia selezione di opere grafiche del grande maestro vigezzino Giovanni Battista Ciolina (1870-1955), realizzate nel corso della sua lunga vita, ponendo particolare attenzione al quinquennio di formazione presso la Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” sotto la direzione di Carlo Giuseppe Cavalli e l’alunnato del figlio Enrico. Il nucleo di opere risalenti a questo periodo, particolarmente significative anche per una più precisa messa a fuoco del metodo didattico dei due Cavalli, sono messe a confronto sia con le opere di alcuni dei compagni di Ciolina, Carlo Fornara e Maurizio Borgnis in particolare, sia con i modelli grafici e in gesso che costituivano la dotazione di riferimento della scuola.

    A questo primo gruppo di lavori segue invece una selezione di opere dedicate soprattutto al ritratto, che Ciolina sviluppò prevalentemente in ambito privato, ed al complesso rapporto che in genere i pittori della scuola dei Cavalli ed in particolare Ciolina ebbero con la fotografia quale strumento propedeutico al ritratto pittorico. Presentando inoltre documenti, sia fotografici che grafici a confronto, la mostra fornisce interessanti indizi per ricostruire lo stretto legame umano che intercorreva tra Ciolina, Fornara e Lorenzo Peretti Junior, e contemporanemente il diverso approccio da essi sviluppato nell’ambito del ritratto.

    Fra i maestri della scuola, Ciolina fu inoltre l’unico a dedicarsi sia alla incisione, di cui la mostra offre alcuni esempi, che alla tradizione dell’affresco, di cui l’esposizione propone alcuni esemplari di spolvero che non solo rivelano la maestria dell’artista in questo ambito, ma anche lo stretto rapporto che egli ebbe con i grandi pittori del passato, in particolare appartenenti alla scuola veneziana, quali Tiepolo e Piazzetta.
    Le opere esposte, provenienti da raccolte private e dal fondo museale della Scuola di Belle Arti di Santa Maria Maggiore, sono integrate da una attenta e circostanziata selezione di opere pittoriche con la finalità di illustrare come in particolare per il ritratto – che in Ciolina si fonde al paesaggio – sia strutturalmente legato all’impiego della riproduzione fotografica, direttamente praticata dai maestri vigezzini fin dagli ultimi anni Novanta dell’Ottocento.

    La mostra offre al pubblico oltre ottanta opere, a cui si aggiungono significativi esempi della dotazione didattica della scuola. Vengono offerte al pubblico nuove acquisizioni ed inediti di grande interesse, fornendo un ulteriore, prezioso tassello alla ricostruzione della storia della pittura vigezzina.

    Mostra e catalogo sono curati da Paolo Volorio e Aldo Banchini. L’organizzazione è a cura del Comune di Santa Maria Maggiore, in collaborazione con la Scuola di Belle Arti “Rossetti Valentini” e la Fondazione Ciolina. Il catalogo della mostra è realizzato in sinergia con il Centro Documentazione Alpina “Terre Alte – Oscellana”.

    La mostra allestita nelle sale del Centro Culturale Vecchio Municipio sarà visitabile in totale sicurezza, con la garanzia del rispetto di tutte le norme di sicurezza e sarà aperta secondo i seguenti orari:

    Covidless Approach & Trust25 luglio – 30 agosto, tutti i giorni
    10.00 – 12.00 / 16.30 – 18.30

    5 settembre – 18 ottobre: sabato e domenica
    10.00 – 12.00 / 16.30 – 18.30

    Ingresso € 2,00

    Santa Maria Maggiore è un Comune Covidless – Covidless Approach & Trust

     

    Veduta aerea di Santa Maria Maggiore - ph. Maurizio Besana

    50 sfumature di Parco - Born to be wild

    10:00 -17:00
    25-07-2020

    50 Sfumature di Parco: dal 27 giugno al 19 settembre il Parco Nazionale Val Grande organizza 50 giornate in compagnia delle Guide del Parco per scoprire, in sicurezza, la natura autentica della Val Grande, l’area wilderness più vasta delle Alpi.

    La nuova proposta del Parco Nazionale della Val Grande offre 50 sabati in compagnia di una Guida Ufficiale del Parco alla scoperta della cultura, della flora, della fauna e della geologia del suo territorio. Le attività proposte saranno sempre diverse a seconda della guida, della località e del gruppo, creando così un effetto sorpresa che renderà più coinvolgente la proposta.

    Ogni sabato, in ogni località, le Guide Ufficiali organizzeranno in momenti diversi una sessione di Interpretazione Ambientale per Adulti (A), una sessione di Interpretazione Ambientale per Bambini e famiglie (C) e una facile escursione nei dintorni (B), prevedendo il coinvolgimento del singolo partecipante all’interno di piccoli gruppi di massimo 12 persone.
    Il contributo di partecipazione (da versare il giorno stesso alla guida) sono: € 3 per una sessione di Interpretazione Ambientale e € 5 per l’escursione guidata per ogni adulto o ragazzo di 13 anni o più. Nessun contributo per bambini fino ai 12 anni.

    Santa Maria Maggiore è coinvolta con sette date: 27 giugno (Mostra e dimostra), 11 luglio (Natura che cura), 18 luglio (Geologia urbana), 25 luglio (Born to be wild), 1 agosto (Facciamo come Linneo), 8 agosto (Geologia urbana), 5 settembre (Born to be wild).
    La prenotazione online è obbligatoria.

    Sabato 25 luglio, Parco di Villa Antonia – Museo dello Spazzacamino
    Born to be wild – Con le guide ufficiali alla scoperta dei paesi del parco e dei loro dintorni

    La natura intatta e selvaggia della Val Grande è stata e continua ad essere una fonte inesauribile di piccoli e grandi miti, di storie incredibili e fantastiche, d’immagini stupefacenti. Attraverso i racconti delle Guide le genti e i luoghi del Parco prendono corpo nella fantasia di chi ascolta, preparandoli a futuri cammini di scoperta.

    A) 9.00 – 10.00 Attività di interpretazione ambientale dedicata agli adulti
    Spaziando dalla geologia alla botanica, dalla storia del territorio del Parco alla fauna che lo abita, attraverso personaggi realmente esistiti e altri leggendari, una Guida Ufficiale del Parco vi rivelerà una nuova sfumatura dell’area wilderness più estesa delle Alpi. Verranno trattati argomenti ogni volta diversi e personalizzati utilizzando oggetti originali, esperienze e mezzi esemplificativi per condividere la conoscenza con fantasia.

    B) 10.30 – 15.00 Escursione guidata
    Breve e facile escursione adatta a tutti, della durata di circa 4 ore comprese le soste per le spiegazioni e per il pic nic. Si scoprirà con l’occhio della guida esperta il territorio di Santa Maria Maggiore.

    Durante l’escursione i partecipanti dovranno rispettare le norme anti-contagio Covid-19.

    Abbigliamento e attrezzatura:

    • Dispositivi di protezione individuale (DPI): 2 mascherine chirurgiche con marchio CE, gel disinfettante norma CE non autoprodotte, sacchetto per smaltire DPI usati.
    • scarponi da trekking con suole in buone condizioni
    • zaino e giacca impermeabile o k-way
    • borraccia
    • abbigliamento da montagna
    • cappello e occhiali da sole
    • bastoncini da trekking (facoltativi)
    • binocolo (facoltativo)
    • macchina fotografica (facoltativa)
    • pranzo al sacco

    C) 16.00 – 17.00 Attività di interpretazione ambientale dedicata ai bambini e alle famiglie
    Spaziando dalle rocce ai fiori, dalla storia del Parco agli animali che lo abitano, la Guida Ufficiale vi coinvolgerà in una interessante e divertente attività che svelerà una delle tantissime sfumature dell’area wilderness più estesa delle Alpi, utilizzando oggetti originali e facendovi vivere brevi esperienze. L’attività proposta è pensata per i bambini di 6 anni e più (accompagnati).

    Ogni partecipante potrà scegliere una o più tra le attività A, B e C a cui aderire.
    Il contributo di partecipazione (da versare il giorno stesso alla guida) sono: € 3 per una sessione di Interpretazione Ambientale e € 5 per l’escursione guidata per ogni adulto o ragazzo di 13 anni o più. Nessun contributo per bambini fino ai 12 anni.

    Info e prenotazioni sul sito del Parco Nazionale Val Grande, cliccando qui.

    Yoga nel Parco di Villa Antonia

    Yoga al parco

    10:30 -11:45
    25-07-2020

    Anche nell’estate 2020, il meraviglioso Parco di Villa Antonia sarà la palestra open-air, sabato 18 e 25 luglio, dalle ore 10.30 alle ore 11.45, delle rilassanti sedute di Yoga al parco, per dimenticare stress e tensioni!

    Lo yoga è una via semplice, solare, creativa. Offre stabilità fisica, mentale e spirituale. È accessibile a tutti, non è competizione. Le asana servono a ristabilire il contatto fra corpo e mente, sentirsi presenti nel corpo grazie al respiro, elemento fondamentale della pratica.

    Un’ora e un quarto di pratica multilivello per conoscere le posizioni (asana) e gli esercizi di respirazione (pranayama) e che terminerà con una parte finale di rilassamento per una sessione rigenerante e riequilibrante allo stesso tempo.

    La sessione costa 10 euro e la REGISTRAZIONE è OBBLIGATORIA, con saldo in presenza.
    Vestiti comodamente, con o senza calze, porta il tuo materassino se ce l’hai, una coperta la prova di avvenuta registrazione e… la voglia di praticare!

     

    Info e iscrizioni su www.eventbrite.it.

     

    Centro Olistico L'Antico Melo dell'Ottocento - Santa Maria Maggiore

    Costellazioni familiari al Centro Olistico L'Antico Melo dell'Ottocento

    17:00 -19:00
    25-07-2020

    Presso il Centro Olistico “L’antico melo dell’Ottocento” il sabato dalle ore 17.00 alle ore 19.00 potrete partecipare a un incontro di costellazioni familiari per mettere chiarezza nella vostra vita.

    “curare le radici per spiccare il volo”
    Che cosa sono le Costellazioni Familiari?

    Le Costellazioni Familiari sono una tecnica sviluppata da Bert Hellinger che offre l’opportunità di vedere come determinati legami inconsci nella famiglia influenzino le relazioni attuali.
    Fintanto che abbiamo dei sospesi nella dinamica familiare, continueremo a portarli nelle nostre relazioni presenti, che siano sentimentali, familiari o lavorative. Potrai guarire con amore le vecchie ferite del passato e ritrovarti nel presente con rinnovata vitalità e una nuova apertura verso tutte le possibilità che la vita ti offre.

    La prenotazione è obbligatoria.

    PER INFO E PRENOTAZIONI:
    Paola 3478842599 – Via Rossetti Valentini 12 – Santa Maria Maggiore

    Musica da bere - Pietro Nobile

    17:45 -19:00
    25-07-2020

    Sabato 25 luglio alle ore 17.45 la diciottesima edizione di Musica da bere, la rassegna musicale estiva sotto la direzione del M° Roberto Bassa, prosegue con un concerto di Pietro Nobile alla chitarra che si esibirà dal balconcino del Parco di Villa Antonia.

    Pietro Nobile (Milano, 28 gennaio 1960) è un chitarrista italiano.
    Chitarrista acustico, compositore, arrangiatore, produttore, dimostratore di chitarre Guild-Ovation-Fender per M.Casale Bauer. È noto soprattutto per la sua tecnica del fingerstyle. Durante la sua carriera ha partecipato a progetti con tanti artisti italiani e stranieri , tra cui Marcel Dadi, Mogol-Mario Lavezzi, Flavio Oreglio, Vinnie Colaiuta, Simon Phillips, Tony Levin, Herbert Pagani, Gatto Panceri.
    Inizia a suonare la chitarra all’età di 16 anni completamente da autodidatta, sulle orme di grandi maestri quali Marcel Dadi, Lenny Breau, Chet Atkins, Earl Klugh, Jerry Reed, Merle Travis.
    Inizia giovanissimo l’attività concertistica solista: già a 20 anni è a Parigi invitato a suonare la chitarra acustica da Herbert Pagani e Marcel Dadi, con il quale ha condiviso alcuni concerti e una breve tournée in USA.
    Nel 1981 conosce sulle panchine dell’università Flavio Oreglio: in duo cominciano un’avventura musicale nei club milanesi che porterà, tra l’altro, alla realizzazione dei primi dischi di Flavio (per la Clou Record) distribuiti da EMI.
    Dopo un’intensa attività concertistica sia come solista che in piccole formazioni (trio/quartetto) nel 1986 comincia a scrivere per la rivista Guitar Club una rubrica fissa dal titolo “Fingerstyle Jazz”.
    Sempre nello stesso anno diventa endorser per le chitarre acustiche distribuite in Italia da M. Casale Bauer
    Nel 1987 Emi pubblica il suo primo disco Waiting prodotto da Alberto Radius.
    Nel 1988 inizia ad insegnare al CPM di Milano tenendo un corso monografico sul fingerstyle. Numerosi gli stage e i seminari che tiene in giro per l’Europa.
    Dal 1991, e per i tre anni seguenti, partecipa alla Rassegna Mondiale della Chitarra di Issoudun in Francia, invitato dallo stesso Marcel Dadi. È il primo italiano a partecipare a questa manifestazione.
    La rivista Guitar Club lo elegge miglior chitarrista acustico italiano per gli anni 1991, 1992 e 1994.
    Nel 1992 in qualità di dimostratore ufficiale per Ovation partecipa a “The Ultimate International Ovation Seminar” negli USA insieme a Marcel Dadi e partecipa alla fondazione dell’associazione A.D.G.P.A Italia.
    Nel 1995 registra due trasmissioni televisive intitolate Sound & Vision dedicate alla chitarra acustica e MTV trasmette un programma di due ore dedicato al fingerstyle in cui Pietro è ospite.
    Nel 1996 collabora col cantante Gatto Panceri e viene convocato da Franco Mussida per curare la sezione fingerstyle del video corso di chitarra della Fabbri Editore. Per il lancio italiano del video corso, partecipa alcune volte alla trasmissione musicale Roxy Bar, condotta da Red Ronnie.
    Nel frattempo dal 1990 fino al 1996 collabora con Nanni Svampa nel concerto-spettacolo sulla canzone d’autore di George Brassens, partecipando a moltissimi spettacoli in teatri prestigiosi, tra cui il Club Tenco a San Remo, il teatro Lirico di Milano in uno spettacolo internazionale dedicato al cantautore francese.
    Sempre del ’96 è la sua registrazione per il disco di Mario Lavezzi Chitarre e voci e la pubblicazione del primo libro didattico edito da Carisch La chitarra Fingerstyle-Preparazione e tecniche di base.
    Ancora nel 1996 viene invitato a suonare all’Olympia di Parigi con altri chitarristi di fama mondiale in un concerto commemorativo per la scomparsa di Marcel Dadi, a cui seguirà a breve il disco Marcel Dadi-Hommage distribuito in tutto il mondo.
    Nel 1998 diventa dimostratore delle chitarre Guild, microfoni DPA e per le corde Elixir sempre per M. Casale Bauer
    Nel 1999 esce il CD La città dei sogni, che contiene un brano utilizzato per la compilation di grande successo (solo in Italia 90.000 copie vendute) Eterea pubblicata da Emi.
    Nel 2001 esce il CD Volo libero ancora per Emi, pubblicato in Italia e Svizzera.
    Nello stesso periodo conosce Sylvie Gehringer la quale dopo alcuni concerti iniziali, diventa la manager di Pietro per i paesi francofoni.
    Nel 2002 e nel 2003 partecipa al Montreux Jazz Festival, in due memorabili concerti solisti.
    Nel 2002 riprende la collaborazione con Flavio Oreglio, producendo uno spettacolo per Zelig dal titolo Musicomedians, a cui partecipano anche Leonardo Manera, Sergio Sgrilli e Alberto Patrucco.
    Nel 2003 inizia la collaborazione con un giovanissimo chitarrista suo allievo, Nicola Oliva nel quale intravede un potenziale enorme sia come strumentista che come implementazione del proprio pensiero armonico: le composizioni di Pietro si allargano ulteriormente mischiandosi coi contrappunti di Nicola. Più tardi queste esperienze si ritroveranno registrate nel cd Indefinito Infinito.
    Dal 2003 ad oggi intensifica l’attività concertistica in Europa e partecipa a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive, oltre a proseguire l’attività didattica che lo porta a diventare padrino della sezione di chitarra acustica per la Fondazione “Little Dream Foundation” di Phil e Oriane Collins a Ginevra.
    Nel novembre 2006 partecipa al Galà Telethon di Ginevra e in dicembre a quello per il Telefono Azzurro a Bologna.
    Nel 2008 è impegnato in una tournée che lo porta in tutta Europa e si conclude con una serie di concerti in Canada.
    Nel 2010 il disco prodotto da Pietro per Simone Borghi On line ha ottenuto tre nomination ai Grammy Awards a Los Angeles.
    Sempre nel 2010 esce il CD Indefinito Infinito con sonorità e composizioni di concezione completamente nuova rispetto al passato, l’anno successivo Nobile decide di lasciare i contratti con le Major per iniziare una collaborazione con Nicola Rosti, chitarrista, arrangiatore e produttore e Alberto Bastianelli, cantante, titolari della giovane etichetta Settembre Records che ne cura il management e l’editoria musicale. A gennaio 2012 registra un DVD al Teatro Petrella di Longiano e viene seguito da QSC e Vovox in tutti i suoi concerti nel mondo.l programma a breve su questo sito.

    Covidless Approach & TrustL’accesso al concerto è gratuito.

    Santa Maria Maggiore è un Comune Covidless – Covidless Approach & Trust

     

    Baby Dance 2020 al Parco di Villa Antonia -Santa Maria Maggiore

    Baby dance al Parco

    21:00 -22:15
    25-07-2020

    Anche nell’estate 2020 tornano gli appuntamenti con la Baby dance: sabato 25 luglio alle ore 21 Aretha aspetta tutti i nostri piccoli amici al Parco di Villa Antonia, per farli ballare e scatenare, in tutta sicurezza.

    Tanti hula hoop colorati distribuiti sul prato del parco, i bimbi che si scatenano al suono della musica più coinvolgente, rimanendo ognuno nel proprio cerchio, con Aretha che guida… la ciurma: ecco le nostre serate Baby dance 2020!

    Covidless Approach & TrustAltri appuntamenti con Aretha e la Baby dance mercoledì 15 e venerdì 31 luglio.
    Accesso gratuito.

    Santa Maria Maggiore è un Comune Covidless – Covidless Approach & Trust

     

FUORI-DI-ZUCCA-2021
MOSTRA FORNARA