fbpx
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.
Serie di eventi Event Series: Montagna: persone e cose dell’ALTO mondo

Montagna: persone e cose dell’ALTO mondo

11 Luglio / 10:00 - 18:00

Ingresso a contribuzione responsabile

Entra nel vivo la stagione delle manifestazioni di Santa Maria Maggiore: da domenica 7 luglio a domenica 8 dicembre nelle sale del Centro Culturale Vecchio Municipio, in Piazza Risorgimento, sarà visitabile l’esposizione temporanea Montagna: persone e cose dell’ALTO mondo.

Fortemente voluta dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Claudio Cottini e curata da Monica Mattei, la mostra Montagna: persone e cose dell’ALTO mondo, un inedito percorso tra immagini, tele, oggetti e curiosità per raccontare le terre alte.

Nell’immaginario collettivo, la montagna “è stata” un luogo vissuto, rispondente a caratteristiche forse stereotipate, ma peculiari ed “è” un luogo misterioso, elevato, selvaggio. Oggi la montagna antropizzata ha perso le sue caratteristiche, si è uniformata al sistema comunitario “globale”, a causa del turismo di massa, per l’intervento della tecnologia e anche per via del logorante abbandono da parte dei montanari, dei propri codici, della specifica cultura materiale, dell’atavico rapporto con la natura.
Questa mostra inedita, che nasce grazie al contributo di diverse realtà locali (Società Subalpina di Imprese Ferroviarie, Parco Nazionale Val Grande, CAI Vigezzo, Collezione Poscio, Fondazione Rossetti Valentini, Fondazione Ciolina) e di tante persone che con generosità e spirito di collaborazione hanno concesso opere, oggetti, tempo, idee vuole essere un racconto per immagini di antropologia culturale della terra di Vigezzo.

Terra nel senso più ampio: dimora di chi vive e produce nel mondo “alto”, fatto di curve, cime, salite e discese, di odori, di abitanti selvaggi nei boschi e abitanti addomesticati nei luoghi antropizzati; di oggetti e strumenti funzionali alla sopravvivenza, ma anche all’esercizio della creatività, al fine di riscoprire, oltre al patrimonio tangibile della montagna, il suo valore emblematico e trascendente, perché la montagna possa presentarsi come dimensione alternativa del vivere, che affascina e cattura. Soprattutto, è la narrazione dei diversi punti di vista dai quali possiamo guardare la montagna: l’estasi davanti alla sua bellezza, il rispetto per la sua potenza e solennità, lo sforzo del dinamico adattamento tra l’uomo, la natura, le bestie.

Monica Mattei, curatrice della mostra e responsabile dell’ufficio cultura del Comune di Santa Maria Maggiore

Il fil rouge del percorso espositivo è rappresentato dai quadri dei pittori vigezzini di ieri e di oggi, artisti che sublimano, attraverso le loro opere, le fatiche, la quotidianità, la paura, il dolore, l’incanto dell’esistenza in montagna. La montagna dipinta o raffigurata sulle tele vigezzine è a volte uno spazio interiore fatto di bisogni appagati solo attraverso il suo raggiungimento in parete e sui sentieri o tramite la contemplazione estatica, altre volte è un luogo fisico in cui si esprimono esperienze sociali e culturali specifiche, un modo per documentare la realtà, un’importante traccia etnografica.
Il progetto espositivo accenna poi ad ulteriori peculiarità della vita di montagna: i prodotti della terra, il rapporto con i Santi protettori, la simbolizzazione di alcuni oggetti che identificano in modo immediato il mondo da cui provengono. Infine, il continuo slittamento della montagna tra la sua dimensione fisica e quella immateriale è espresso in un video con finalità didattiche e nell’allestimento di una sala completamente dedicata al maestoso cervo.

La mostra viene proposta non a caso nel 2024, anno in cui le montagne della vallata ossolana sono protagoniste di eventi, conferenze, mostre organizzate per festeggiare il cinquantesimo compleanno della sezione vigezzina del Club Alpino Italiano. Un’esposizione che nasce con l’intento di celebrare l’autentica storia di questa porzione alpina, ma che si pone anche l’obiettivo di innescare un significativo cambiamento nel rapporto dell’uomo con l’ambiente che lo circonda, in un’ottica di consapevolezza e rispetto.

La mostra Montagna: persone e cose dell’ALTO mondo sarà inaugurata sabato 6 luglio alle ore 18.

In seguito sarà visitabile da domenica 7 luglio a domenica 8 settembre dal martedì alla domenica, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 18.
Da sabato 14 settembre a domenica 8 dicembre sarà aperta nei fine settimana e in occasioni speciali, con i medesimi orari.

Ingresso a contribuzione responsabile minimo 3 euro. Il biglietto è nominativo e permette di visitare la mostra tutte le volte che si desidera. Il biglietto permette inoltre di usufruire di un biglietto scontato per partecipare alle iniziative organizzate a corollario della mostra.

 

Dettagli

Data:
11 Luglio
Ora:
10:00 - 18:00
Serie:
Prezzo:
Ingresso a contribuzione responsabile
Categorie Evento:
,

Luogo

Centro Culturale Vecchio Municipio
Piazza Risorgimento
Santa Maria Maggiore, (VB) 28857 Italia
+ Google Maps