Campionato Europeo di Canicross e Bikejoring ECF 2017

12-10-2017 10:00 - 15-10-2017 18:00

Si terrà dal 12 al 15 ottobre 2017 il Campionato Europeo di Canicross, che vedrà l’arrivo a Santa Maria Maggiore di oltre 700 atleti da tutta Europa.

Il binomio cane-uomo è il protagonista di questa attività sportiva che nell’ottobre del 2016 ha visto proprio Santa Maria Maggiore come teatro dei Campionati Nazionali. Una grande scommessa vinta, che ha portato in Valle Vigezzo decine di atleti da tutta Italia.
Una assoluta novità per il Piemonte, una disciplina curiosa e decisamente contemporanea. Cane e uomo in cammino, cane e uomo alla scoperta delle reciproche differenze e affinità durante il “passo” nella natura, attraverso la sana esperienza della competizione.

Campionato Europeo Canicross a Santa Maria Maggiore

Il successo del 2016 ha convinto così gli organizzatori dello CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) a portare per la prima volta in Italia il Campionato Europeo di Canicross e Bikejoring ECF 2017. Si tratterà di un evento di portata eccezionale, considerando che sono attesi oltre 700 atleti in rappresentanza di quasi 20 nazioni, tra di essi 50 gli atleti italiani che si sono meritati un posto nella Nazionale Italiana Canicross Csen.
Canicross è una nuova disciplina cinofilo-sportiva ancora poco conosciuta in Italia, ma che affonda le proprie radici in una storica pratica. La nascita del Canicross è strettamente legata con una disciplina ben più conosciuta che è lo Sleddog. Oggi è una disciplina ampiamente praticata in molte nazioni, in modo particolare in Inghilterra, Belgio e in generale nei paesi nordici, dove è maggiormente sviluppata.
Lo CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) da quarant’anni si occupa dell’organizzazione e della promozione dello sport dilettantistico coordinando l’attività di oltre 30 settori/discipline sportive. Il Settore Cinofilia ad oggi raccoglie oltre 5000 atleti in 10 discipline sportive. Tra queste, negli ultimi anni è certamente in forte crescita e sviluppo il Canicross e tutte le attività ad esso correlate.

Il 14 e 15 ottobre saranno le splendide montagne vigezzine, vestite dei colori autunnali, a incorniciare le gare della ventesima edizione del Campionato Europeo di Canicross e Bikejoring ECF 2017. Sarà il più grande evento ECF mai disputato.

Per la prima volta parteciperà anche una delegazione di atleti del Nord America (che gareggeranno ma non competeranno per il titolo europeo). Dal 2018 infatti la Federazione Europea diventerà internazionale (ICF) con l’inserimento di stati extra europei.
L’area dell’evento comincerà ad accogliere gli atleti già nella serata di mercoledì 11 ottobre. Le giornate di giovedì e venerdì saranno dedicate alla ricognizione del percorso, a visite veterinarie e alla sistemazione degli atleti nelle aree a loro dedicate.
Venerdì sera la cerimonia di apertura alla presenza degli atleti e delle autorità.
Sabato 14 e domenica 15 si disputeranno le competizioni di Canicross, Bikejoring e Scooter, suddivise per categorie d’età, a partire dai ragazzini di 7-10 anni fino ai più maturi della categoria Veterani 3 (over 60). Saranno previste partenze singole e in batteria (gruppo), per finire con le staffette maschili e femminili.
La manifestazione si concluderà con la premiazione e l’assegnazione dei titoli di Campioni Europei di ciascuna categoria.

Taggate tutte le vostre foto relative all’Europeo di Canicross con l’hashtag ufficiale #ECF17ITA!

Maggiori informazioni sui canali ufficiali dell’evento: Sito web | Facebook

Scopri altri eventi simili!

  • Pioda di Crana - Escursioni CAI Vigezzo da Santa Maria Maggiore (VB)
    06-10-2019 07:30 - 06-10-2019 17:00

    Domenica 6 ottobre escursione alla Pioda di Crana (m 2430) organizzata dal CAI Vigezzo.

    Ritrovo alle ore 7.30 dalla Piazza Mercato di Santa Maria Maggiore.
    Trasferimento con auto proprie.

    Per le caratteristiche del percorso è necessario non soffrire di vertigini.

    Informazioni tecniche
    Località e quota di partenza: Arvogno (m 1247)
    Quota vetta: m 2430
    Dislivello totale: m 1230
    Difficoltà: EE
    Tempo di salita: 3 ore 30 min. circa

    Descrizione del percorso

    Da Arvogno si segue inizialmente l'itinerario per l’Alpe i Motti lasciando la mulattiera presso le baite dell'alpe Verzasco (m 1300) e prendendo il sentiero che sale ripido a sinistra. Si raggiungono le ultime baite dell'alpe Borca (m 1500) e si continua a salire dapprima in una faggeta, quindi in un rado bosco di larici fino ad uscire sulla cresta Sud-Sud-est. si segue il sentiero che percorre la cresta, transita per la forcella sotto la quota 2296 e raggiunge l'antecima, dove si percorre un breve tratto esposto recentemente attrezzato con un cavo metallico. Una breve ulteriore salita conduce infine in vetta. Il ritorno avviene lungo il percorso dell'andata.

    GITA IN COLLABORAZIONE CON CAI CAMERI

    ***

    La partecipazione alle gite (fatta eccezione per la Via del Mercato di sabato 10 agosto) è riservata ai soci CAI, o di altre associazioni per cui vige il trattamento di reciprocità, in regola con il tesseramento per l’anno in corso.
    L'ISCRIZIONE È OBBLIGATORIA e va effettuata via mail, compilando l'apposito modulo, oppure presso la sede di Prestinone, di persona o telefonicamente al numero 032494737, lasciando eventualmente un messaggio in segreteria fuori dagli orari di apertura. In ogni caso è richiesto un recapito telefonico cellulare per tutte le comunicazioni necessarie. Le iscrizioni si ricevono entro e non oltre il venerdì precedente la data della gita (salvo diversa indicazione); in caso di insufficienti adesioni l'evento sarà annullato.
    ACCOMPAGNATORI: Marco De Ambrosis AAG - Giampaolo Maini ASE - Roberto Paniz ASE

    La sezione CAI Valle Vigezzo e i suoi accompagnatori qualificati si impegnano per offrire il miglior servizio possibile ai partecipanti alle gite. Per il conseguimento di questo obiettivo è indispensabile la collaborazione degli stessi partecipanti, accettando le direttive del Capo Gita, evitando di seguire percorsi alternativi e di staccarsi dal gruppo. La coesione del gruppo per tutta la durata dell'escursione è importante ai fini della sicurezza; si richiede quindi di sapersi adattare all'andatura, al numero e alla frequenza delle pause durante la gita.
    I minori devono essere accompagnati da persona maggiorenne garante e responsabile.
    La direzione gite si riserva di NON accettare nelle escursioni persone ritenute non idonee oppure non adeguatamente equipaggiate.
    Agli utilizzatori dei rifugi si raccomanda di NON lasciare rifiuti di vario tipo, ma di portarli a valle, di rimettere in ordine tutte le dotazioni utilizzate e comunque di voler cortesemente segnalare ogni disfunzione o disservizio riscontrati.
    L’educazione è un bene di tutti.

    Per info o iscrizioni: gite@caivigezzo.it - www.caivigezzo.org