fbpx

Mostra “Dalla calza al calzino spaiato il passo è breve”

28-12-2019 16:00 - 28-12-2019 18:30

Da venerdì 27 dicembre presso il Centro Culturale Vecchio Municipio è aperta la divertente mostra “Dalla calza al calzino spaiato il passo è breve. Storia della calza e della sua sparizione in lavatrice”.

L’inaugurazione della mostra sarà venerdì 27 dicembre alle ore 11. L’esposizione sarà visitabile, a ingresso libero, fino a lunedì 6 gennaio tutti i giorni dalle ore 16 alle ore 18.30. In seguito nei weekend fino a domenica 1 marzo 2020.

Mercoledì 1 gennaio è organizzata una visita guidata con lettura animata della mostra, con merenda e brindisi di inizio anno. Scopri di più cliccando qui.

***

Un’indispensabile premessa a questa piccola ricostruzione dell’archeologia delle calze è relativa al fatto che nell’antichità gli indumenti utilizzati per proteggere dal freddo i piedi e le gambe erano per lo più gambali, atti a coprire tutta la gamba, oltre ai piedi, oppure ghette, prive di copertura per il piede, che venivano abbinate a calzature imbottite.

I primi antenati delle calze che si conoscano sono i calzoni abbinati a calzature imbottite indossati dall’Uomo dei Ghiacci, il famoso Öetzi rinvenuto sulle montagne dell’Alto Adige. Questo montanaro del 3300 a.C. indossava sulle gambe robuste ghette in cuoio di capra, mentre ai piedi portava calzature in cuoio imbottite di fieno.

Ancora dai ghiacci dell’Alto Adige, e precisamente dalle Vedrette di Ries, ci vengono resti di calze di lana dell’età del Ferro, databili al VII secolo a.C., che si avvicinano molto come forma ai calzettoni da montagna di oggi, anche se la parte che copre la gamba e quella che copre il piede sono ancora separate. Questi calzettoni sono stati tessuti manualmente al telaio verticale con lana caprina. Presentano foggia del tutto analoga anche i gambali abbinati a calze con suola rinforzata rinvenuti in una sepoltura femminile del II secolo a.C. in Francia a Les Martres de Veyre.

Per trovare delle calze lavorate a maglia, proprio come quelle realizzate dalle nostre nonne, dobbiamo aspettare il II secolo d.C. e spostarci nell’antico Egitto, dove in diverse tombe sono stati rinvenuti calzini, che mostrano un gusto moderno e vivace nell’uso di colori e fantasie a righe. Queste sorta di babbucce presentano la sede modellata per l’alluce, dettaglio che si ritrova a distanza di millenni anche in modelli attuali.

In epoca greco-romana erano utilizzati soprattutto nell’esercito i tibiales, fasce di tessuto di lana, arrotolate intorno alla gamba e sorrette da cinturini e legacci di cuoio, che non coprivano però il piede. Questo indumento venne nella tarda romanità sostituito da veri e propri calzoni, le bracae, mutate dai Barbari delle province nordiche, molto più efficaci per proteggere dal freddo, e spesso strutturati come pesanti calzamaglie, in modo da prevedere anche la copertura del piede.

Testo a cura di Elena Poletti, Civico Museo Archeologico Mergozzo

 

Scopri altri eventi simili!

  • 01-03-2024 09:15 - 01-03-2024 12:00

    Nella mattinata di venerdì 1 marzo, in occasione della festività di Sant'Albino, tutte le bimbe e i bimbi di Santa Maria Maggiore e delle sue frazioni percorreranno le vie del borgo e delle frazioni dando vita un "corteo rumoroso" per risvegliare la primavera.

    Il ritrovo è alle ore 9.15 in Piazza Risorgimento con gli alunni delle scuole primarie e delle scuole dell’infanzia di Santa Maria Maggiore e di Buttogno. I bambini devono presentarsi muniti di campanacci e di decorazioni.
    Alle ore 9.30 la partenza del corteo per il percorso rumoroso verso l’area verde di Crana, dove incontreremo i bambini della Scuola dell’infanzia di Buttogno per partecipare tutti insieme alla sorpresa preparata dalla performer Sara Tadina.
    Alle ore 10.30 il corteo arriverà a Buttogno, dove i bambini suoneranno i campanacci fino alla piazza del paese, per poi ripiegare nel giardino dell’asilo Rastellini per merende, giochi e distribuzione di un dono a tutti i bambini.

    Alle ore 12 è previsto il rientro a scuola.

    L'evento è realizzato per le bimbe e i bimbi di Santa Maria Maggiore e delle sue frazioni, ma naturalmente tutti possono "partecipare" assistendo al passaggio del corteo rumoroso e colorato: sarà un modo per ritrovarci tra le vie e piazze di Santa Maria Maggiore, Crana e Buttogno e contribuire al risveglio della primavera. Vi aspettiamo!

     

  • 02-03-2024 19:30 - 02-03-2024 22:30

    Da giovedì 8 febbraio a sabato 2 marzo 2024 l'Associazione Carnevale Vigezzino organizza la 47^ edizione del Carnevale Vigezzino, con un ricco programma di attività.

    Divertimento assicurato, scatenati balli in maschera e il tradizionale "Giro della Valle"...

    Ecco il programma completo:

    Giovedì 8 febbraio

    Ore 9.00 Uscita 47° numero del giornalino umoristico “Ul Bazzalesk” online sulla pagina Ufficiale del Carnevale Vigezzino (FB)
    (Copie cartacee disponibili da venerdì sera presso la struttura fino a esaurimento)

    Venerdì 9 febbraio

    Ore 19.00 Cena in compagnia
    Ore 21.00 Tributo a Vasco con i “Buoni o Cattivi” - Ingresso €10
    A seguire Dj del Carnevale

    Sabato 10 febbraio

    GIRO DELLA VALLE
    Ore 9.00 Partenza da Santa Maria Maggiore (Piazza Mercato)
    Ore 9.30 Toceno - La Culaziun
    Ore 10.00 Craveggia - Ul Rovinato
    Ore 10.30 Zornasco - Ul Bianchin
    Ore 11.00 Santa Maria Maggiore (passaggio per le vie del paese)
    Ore 12.00 Pranzo in allegria presso la struttura Centro del Fondo
    Ore 14.00 Si parte!
    Ore 14.30 Re - Ul Cafè dul pariulin
    Ore 15.00 Villette (passaggio per le vie del paese)
    Ore 15.30 Malesco - La Conquista del Bazzalesk
    Ore 16.00 Buttogno - La Merenda
    Ore 16.30 Druogno - Ul The
    Ore 19.00 Cena in Allegria
    Ore 20.30 Baldoria sul Caret, carosello notturno dei carri allegorici e all’interno Carnival
    Night con DJ Veleno e i Dj del Carnevale
    Ingresso alla serata Carnival Night €10

    Domenica 11 febbraio

    Ore 12.00 Pranzo in allegria
    Ore 14.30 Sfilata del 47° Carnevale Vigezzino con l’esibizione dei gruppi mascherati, presentata da DJ Vincenzo di Radio Studio 92. Con premiazioni
    Ore 19.00 Cena in compagnia
    Ore 21.00 Serata di ballo liscio con l'orchestra “Arcobaleno Band”
    Ingresso alla serata €10
    A seguire Discoteca con DJ del Carnevale

    Lunedì 12 febbraio

    Ore 19.00 Cena in allegria
    Ore 20.30 Festival delle Coreografie, esibizione dei gruppi coreografici
    A seguire Discoteca con DJ Vincenzo di Radio Studio 92 e DJ del Carnevale

    Martedì 13 febbraio

    Ore 12.00 Pranzo del Martedì Grasso per grandi e piccini
    Ore 14.30 CARNUÀ DI GUGNITT con Animazione, giochi e tanto divertimento
    Ore 19.00 Cenone del Martedì Grasso
    Ore 21.00 Veglionissimo mascherato di fine carnevale: serata danzante con Ketty, premiazione delle maschere più belle e dei gruppi mascherati più numerosi.
    Ingresso alla serata €10
    A seguire Discoteca con DJ Andy

    Sabato 24 febbraio

    Ore 21.00 Estrazione della sottoscrizione a premi presso la sede dell’associazione

    Sabato 2 marzo

    Ore 19.30 Cena di fine Carnevale presso l’Albergo Boschetto

    Info e dettagli della 47^ edizione del Carnevale Vigezzino sulla pagina Fecebook del Carnevale Vigezzino

  • 09-03-2024 14:30 - 09-03-2024 17:30

    Dopo il grande successo della prima edizione dello scorso anno, il Gruppo Folkloristico Valle Vigezzo organizza il secondo Corso di Danze Tradizionali Piemontesi, in collaborazione con Rinaldo Doro e Beatrice Pignolo.

    Il corso è aperto a tutti e dedicato anche ai meno esperti.
    Verranno presentate le fonti di ricerca e analisi di alcune danze, patrimonio culturale della nostra Regione che i due esperti sanno divulgare e trasmettere con passione e competenza.
    Saranno introdotti i motivi storici e geografici che hanno “creato” e sviluppato alcune danze, per favorire un approccio più consapevole a gesti e movimenti, espressione di un mondo del passato che ci ha generato.
    Si prenderanno quindi in esame le numerose varianti e le tipologie di danze presenti e documentate sul vasto territorio della regione Piemonte, senza tralasciare paragoni e somiglianze con i territori limitrofi.

    Il corso si svolgerà, presso l'Oratorio di Santa Maria Maggiore, in piazza Risorgimento, dalle 14.30 alle 17.30 per quattro sabati: 24 febbraio, 9 e 16 marzo, 6 aprile.

    È richiesto l'uso di un paio di scarpe comode, ma che non facciano troppa presa sul terreno (possibilmente, non scarpe da ginnastica).
    Il corso è gratuito per i componenti del Gruppo Folkloristico Valle Vigezzo, mentre gli esterni dovranno versare la quota annuale per il tesseramento al gruppo Folkloristico Valle Vigezzo (€ 12,00).
    Per iscrizioni contattare Alessandra Balconi al numero+39 3480357162

     

  • 16-03-2024 14:30 - 16-03-2024 17:30

    Dopo il grande successo della prima edizione dello scorso anno, il Gruppo Folkloristico Valle Vigezzo organizza il secondo Corso di Danze Tradizionali Piemontesi, in collaborazione con Rinaldo Doro e Beatrice Pignolo.

    Il corso è aperto a tutti e dedicato anche ai meno esperti.
    Verranno presentate le fonti di ricerca e analisi di alcune danze, patrimonio culturale della nostra Regione che i due esperti sanno divulgare e trasmettere con passione e competenza.
    Saranno introdotti i motivi storici e geografici che hanno “creato” e sviluppato alcune danze, per favorire un approccio più consapevole a gesti e movimenti, espressione di un mondo del passato che ci ha generato.
    Si prenderanno quindi in esame le numerose varianti e le tipologie di danze presenti e documentate sul vasto territorio della regione Piemonte, senza tralasciare paragoni e somiglianze con i territori limitrofi.

    Il corso si svolgerà, presso l'Oratorio di Santa Maria Maggiore, in piazza Risorgimento, dalle 14.30 alle 17.30 per quattro sabati: 24 febbraio, 9 e 16 marzo, 6 aprile.

    È richiesto l'uso di un paio di scarpe comode, ma che non facciano troppa presa sul terreno (possibilmente, non scarpe da ginnastica).
    Il corso è gratuito per i componenti del Gruppo Folkloristico Valle Vigezzo, mentre gli esterni dovranno versare la quota annuale per il tesseramento al gruppo Folkloristico Valle Vigezzo (€ 12,00).
    Per iscrizioni contattare Alessandra Balconi al numero+39 3480357162