Santa Maria Maggiore: l’estate 2020 è Covidless

Nell’estate post Covid-19 Santa Maria Maggiore non si ferma

È il primo Comune montano marchiato “Covidless Approach & Trust”
e, nonostante le difficoltà, conferma eventi e riformula la sua accoglienza

La crisi Covid-19 può diventare opportunità di rilancio? Il Comune di Santa Maria Maggiore ha risposto “sì” a questa domanda già diverse settimane fa, quando l’amministrazione guidata dal Sindaco Claudio Cottini ha iniziato a lavorare sulla stagione estiva, nonostante le molte incertezze dei mesi di blocco totale.

Covidless Approach & Trust

GLI EVENTI IN STREAMING DURANTE IL LOCKDOWN

Nei due mesi di lockdown Santa Maria Maggiore ha inoltre organizzato eventi sui propri canali web e social. 250.000 sono state le visualizzazioni registrate per le video-letture del festival Sentieri e Pensieri in streaming, numerose anche quelle per gli eventi di musica e parole trasmessi in diretta da alcuni angoli del paese e per gli appuntamenti quotidiani di “Positivi alla rassegna stampa”.
Il Comune ha parallelamente lavorato – e sta continuando a farlo in questi giorni – per (ri)costruire un calendario di appuntamenti estivi, che possa coinvolgere, seppur in maniera differente, villeggianti e turisti. Rendere più fluida la fruizione, evitare gli assembramenti, preferire piccoli eventi organizzati in più punti del paese, prevedere (anche) dirette in streaming sui social saranno alcuni dei tasselli fondamentali.

LA CAMPAGNA DI PROMOZIONE E COMUNICAZIONE

Con la consapevolezza che quest’anno la destinazione turistica più gettonata potrebbe essere la montagna, il capoluogo vigezzino, in collaborazione con l’Unione Montana della Valle Vigezzo, ha lanciato da inizi maggio La montagna alla giusta distanza, campagna promozionale online, offline e tramite ufficio stampa nazionale (che ha già portato a uscite su Corriere della Sera, Siviaggia.it, VanityFair e molte altre testate).

Highlight di questa campagna saranno poi le pagine pubblicitarie previste sul numero speciale che la rivista di viaggi e turismo DOVE dedicherà quest’estate alla “Destinazione Italia”, in edicola dal 19 giugno, e sull’edizione torinese del Corriere della Sera in edicola il 20 giugno con lo speciale dedicato alla montagna.
È stato realizzato un nuovo video promozionale emozionale dedicato al capoluogo vigezzino e alla valle intera, che già solo sui social di Santa Maria Maggiore ha superato abbondatemente quota 30.000 visualizzazioni.
Non ci sono ovviamente solo buone notizie o spunti positivi: Santa Maria Maggiore ha infatti dovuto rinunciare ad uno dei suoi eventi di più grande successo, il Raduno Internazionale dello Spazzacamino, ma le prospettive sono comunque buone e l’ufficio turismo e cultura è al lavoro da settimane per arricchire l’offerta del Comune.

IL PROGETTO COVIDLESS APPROACH & TRUST

Nonostante questo, il Comune vigezzino ha voluto guardare alla crisi Covid come opportunità di rilancio e l’ha fatto grazie al prezioso contributo di un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Management dell’Università di Torino, che ha ideato e lanciato Covidless Approach & Trust, uno strumento operativo a sostegno dell’economia turistica dei Comuni montani.

Ribaltare il punto di vista e usare l’emergenza Covid per ripensarsi e superare la crisi: è questo l’obiettivo di Covidless Approach & Trust, nato da un progetto di ricerca dell’Università di Torino, effettuata con il sostegno della Camera di Commercio di Torino e con il patrocinio di Uncem.

Si tratta dell’applicazione pratica di un progetto di ricerca che ha assunto caratteristiche ancora più sorprendenti rispetto a quanto ci si aspettava in fase di studio. Covidless Approach & Trust ha dimostrato con la sperimentazione in Santa Maria Maggiore la potenzialità di generare un circolo virtuoso e propositivo tra l’Amministrazione e gli operatori del territorio. Di questo risultato beneficeranno cittadini e turisti in lungo periodo, ben oltre l’emergenza Covid-19, consolidando e rafforzando l’economia del territorio.

Prof. Paolo Biancone, coordinatore del progetto Covidless Approach&Trust

Messo a punto da un team composto da Paolo Biancone, Andrea Martra e Silvana Secinaro, docenti del Dipartimento di management, e Alberto Sasso, professionista specializzato in architettura sostenibile e rigenerazione del territorio, Covidless Approach & Trust, nel rispetto delle norme e dei protocolli di distanziamento sociale relativi all’operatività dei singoli esercizi, si è concentrato sui bisogni dei fruitori e dei turisti che si aspettano di trovare contenuti di intrattenimento e di fornitura adeguati.

Il gruppo di ricerca ha così condiviso con il Comune di Santa Maria Maggiore una serie di valutazioni e di indicazioni sugli standard di accoglienza ricettivo-turistica e culturale. Il punto di partenza è stata una valutazione che ha fornito punteggi per i vari aspetti: dall’ospitalità alberghiera agli impianti sportivi, dall’accessibilità degli uffici comunali, fino allo shopping, alla ristorazione e all’intrattenimento.

In base al punteggio ottenuto sono stati individuati i punti di forza e le aree di miglioramento sulla base delle quali si è costruito un percorso, grazie al supporto del team di esperti, per potenziare gli aspetti necessari.
Il Comune di Santa Maria Maggiore, primo Comune montano aderente al progetto, ha concluso con successo questo percorso e mercoledì 10 giugno ha ricevuto direttamente dalle mani del Prof. Paolo Biancone l’attestazione, con un rating di 89/100, e il marchio “Covidless Approach & Trust”.

LA STAGIONE ESTIVA POST COVID-19

Parte integrante della valutazione del progetto torinese è stato anche l’aspetto legato agli eventi e alle occasioni di intrattenimento – ovviamente ripensati e rimodulati – che il Comune di Santa Maria Maggiore ha voluto confermare anche in un’estate così difficile.

Ci rattrista molto rinunciare al Raduno Internazionale dello Spazzacamino e ad altri appuntamenti che oggi risultano irrealizzabili, ma non vogliamo assolutamente desistere dall’arricchire di eventi l’estate nella nostra destinazione turistica. Siamo impegnati da settimane nella riorganizzazione di tutta la nostra offerta, anche i nostri operatori hanno dimostrato grande capacità di adattamento e di resilienza. Metteremo a punto un calendario di eventi più piccoli, più fruibili, abbiamo creato sinergie importanti con il Parco Nazionale della Val Grande, con le guide naturalistiche, con l’Associazione La Lencistra e molte altre realtà: solo unendo le forze possiamo guardare ai prossimi tre mesi con fiducia e ottimismo. Inoltre abbiamo lavorato intensamente per confermare due festival cui teniamo particolarmente: la rassegna Musica da bere e gli appuntamenti letterari di Sentieri e Pensieri, che potrà contare su una nuova e splendida sede open air. Proprio per rendere possibili questi due festival abbiamo studiato un protocollo con precise linee guida organizzative e sanitarie, per tutelare la sicurezza di tutti: artisti, autori, pubblico, staff e tecnici.
Sarà ovviamente un’estate diversa, per molti aspetti più complicata, condizionata da regole cui ci stiamo ormai abituando e proprio per questo credo che tutti, i nostri concittadini, i nostri operatori e i molti turisti che ci aspettiamo di accogliere, potranno vivere le proprie giornate a Santa Maria Maggiore con serenità e sicurezza.

Claudio Cottini, Sindaco di Santa Maria Maggiore

La sensazione è che davvero sarà l’estate della montagna: le richieste di informazione e prenotazione presso le strutture ricettive – dopo il lungo periodo primaverile di incertezza – stanno aumentando, le richieste sugli affitti hanno subito un’impennata, i numeri di accesso su questo sito turistico, sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram della destinazione sono i più alti mai registrati.

C’è ottimismo e soprattutto tanto lavoro e sinergia dietro la stagione turistica della nostra località. Mai come quest’anno puntiamo sulla nostra capacità di reinventarci e soprattutto di guardare oltre l’ostacolo, con una visione che, siamo certi, porterà benefici non solo al nostro Comune, ma alla valle intera”

Claudio Cottini, Sindaco di Santa Maria Maggiore